Tirocini da 1200 euro al mese al Parlamento europeo, il primo bando del 2016 è aperto fino al 15 maggio

L’Unione europea offre molte opportunità di formazione ai laureati: tra Consiglio, Commissione europea, Banca centrale europea e altre istituzioni si contano una dozzina di oppportunità di tirocini all’Unione.

Tra le varie opzioni spicca con oltre 1200 posti disponibili (600 per ogni “tornata”) la possibilità di svolgere un periodo di formazione – con un compenso di 1220 euro al mese – al Parlamento europeo, che ha recentemente aperto il bando per la prossima selezione di giovani laureati. Per cogliere quest’occasione nel prossimo periodo disponibile, da ottobre a febbraio, c’è tempo fino alla mezzanotte del 15 maggio.

Ma di cosa si tratta? Vivere per alcuni mesi a Bruxelles, Strasburgo, Lussemburgo o in altre città europee, poter osservare e prendere parte attivamente al funzionamento di un organizzazione sovranazionale. Ma anche continuare la propria formazione in un ambito internazionale, con un ruolo amministrativo, come giornalista o come interprete.

continua a leggere su su Repubblica degli Stagisti

Screen Shot 2016-01-27 at 16.16.56

Provincial stories

 

10686733_1575071329383569_8502955864282708471_n

La cerimonia dell’anno scorso

Il primo febbraio l’Università degli Studi di Milano ha aperto l’anno accademico con una laurea honoris causa ad Amos Oz, prendetevi cinque minuti. La cerimonia di apertura dell’anno accademico offre sempre spunti interessanti (cosi era stato anche l’anno scorso di cui avevo parlato qui), in quanto di solito viene assegnata una laurea honoris causa a un prestigioso ospite, e così è stato anche quest’anno nonostante l’assenza fisica dello scrittore.

Because, in my view, every significant novel story is located not in the world, not even in a country, not even in a city. Always in a neighbourhood, in a suburb, in a street, in the world that extends between the pharmacy at the corner of the street and the grocery store at the other end of the street. This is a small local world. The more local, parochial, provincial, it is the better chances it is to become universal.
Because deep down below, if we dig deep enough we discover that all of our secrets are the same.If we dig still deeper everyone has secrets of her own or his own. But if we dig even deeper than that we discover that, once again, with all our secrets are the same.

 

Calcio a 11, la Bicocca vince per 7 a 1 contro il San Raffaele

Ho da poco cominciato a seguire i campionati universitari con il CUS Milano, ecco il primo articolo sulla partita di calcio a 11 tra due università milanesi

_78A9352 copia

(foto di Simona Bruno)

Al C.S. Mauro si sfidano le rappresentative di calcio a 11 di Bicocca e San Raffaele: ottima serata per i padroni di casa, che portano a casa un agevole 7-1. Non si può dire lo stesso per gli azzurri, che lottano nel primo tempo per poi crollare sulla lunga distanza.

Primo tempo – Il cronometro dell’arbitro Villa di Milano non ha ancora raggiunto il 10’ infatti, quando Bicocca passa in vantaggio: è Somaschini a depositare la palla in rete. La risposta del San Raffaele non si fa attendere: dopo qualche minuto un lungo lancio dalla difesa pesca Alessandrini che si trova a tu per tu con Romano. Il portiere non trattiene il tiro, e il 21 azzurro ribadisce in porta: 1-1.

Continua a leggere su cusmilano.it

bannercusmilano22     CMU_logosenzaRpiccolo

Steve Mc Curry al Museo della Scienza e della Tecnica: la lectio magistralis sulla fotografia e i viaggi lungo le vie del caffè

Il 5 giugno scorso a Milano si è tenuta, davanti al museo della scienza e della tecnica, una lectio magistralis di Steve McCurry. Il celebre fotografo ha approfittato dell’occasione creata dalla mostra “From These Hands: A journey from the coffee trail”  per parlare dei suoi lavori e della sua arte.

Lo spiazzo della via, il 5 giugno scorso intorno alle 9, ha iniziato a riempirsi. Un piccolo palco infatti era stato montato dal lato del monastero, mentre una più grande impalcatura  occupava l’altro lato della piazza. Capannelli di persone hanno iniziato a riunirsi intorno ai palchi, chi appoggiandosi alle transenne che circondavano la piazza, chi sedendosi sugli scalini davanti alla chiesa e chi semplicemente in piedi, parlando con gli amici. Aspettavano quello che sarebbe successo un’ora dopo: sul minore dei palchi infatti, alle 10 e 22 sarebbe salito il fotografo Steve McCurry a presentare una retrospettiva personale presente al museo.

Continua a leggere su Faber Giornale

fabergiornale3

La sesta relazione del Comitato Antimafia del Comune di Milano tra Expo e sostegno alle iniziative locali

Il 22 Aprile, a palazzo Marino, è stata presentata la sesta relazione del Comitato Antimafia del Comune di Milano. Hanno preso parte il Sindaco Giuliano Pisapia e i componenti del comitato: Luca Beltrami Gadola, Nando dalla Chiesa, Ombretta Ingrascì e Giuliano Turone. Durante i “saluti di rito” Pisapia ha chiarito che gli esperti continueranno la loro attività fino alla fine dell’attuale amministrazione.

Il ruolo dell’organismo è quello di monitorare, ed eventualmente arginare, l’attività mafiosa nella città metropolitana e in Expo 2015 e sostenere gli sforzi della comunità nello sviluppare attenzione e sensibilità verso la lotta contro la criminalità. Da quest’ultimo tema prende spunto la relazione: evidenziare le iniziative antimafia realizzate a Milano ratificando la crescita di un  vero e proprio movimento. Un movimento con «una forte preponderanza giovanile, una ricchissima articolazione delle sue forme, che spaziano dal mondo della ricerca universitaria a quello artistico, un inedito riferimento e talora radicamento nelle istituzioni locali». Anche in questo modo è necessario continuare a seguire questa realtà per evitare che le numerose attività sul territorio vengano disperse o dimenticate, e «poter così contrastare la continua pressione svolta dalla criminalità in ambito sociale ed economico».

Continua a leggere su Faber Giornale

fabergiornale3

Il World Press Freedom Index 2014: libertà (e non) di stampa in Italia e nel mondo

Il primo Maggio il Guardian ha pubblicato un articolo sull’ indice mondiale di libertà della stampa, spiegando come, in seguito alle rivelazioni di Edward Snowden e l’istantanea reazione delle autorità politiche, il Regno Unito sia “peggiorato” nella graduatoria dei paesi con libertà di stampa, curata da Freedom Press House.

(Continua a leggere su Faber Giornale)

fabergiornale3

#DILLOINITALIANO : La petizione per un uso migliore della lingua in pubblico

#DILLOINITALIANO – Il 17 febbraio scorso Annamaria Testa, pubblicitaria e columnist per Internazionale, ha pubblicato un articolo riguardo una petizione per un “uso più accorto della lingua italiana da parte di chi ha ruoli e responsabilità pubbliche”. La Testa si era già espressa, nell’aprile scorso, sul suo blogNuovo e Utile, in difesa di 300 termini italiani, sostituiti nell’uso corrente dai corrispettivi inglesi come affari anziché business, mi piace per il like di Facebook o riposo per il relax.

Continua a leggere su Faber Giornale

fabergiornale3

Dottori di Strada: La Statale laurea Don Gino Rigoldi, Don Colmegna e Don Ciotti

Giovedì 4 Dicembre, nell’Aula magna dell’Università Statale di Milano, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico. Dopo una breve introduzione delle istituzioni, un saluto del magnifico rettore Gianluca Vago e un breve discorso del sindaco Giuliano Pisapia, la parola è passata a Valerio Onida, Nando dalla Chiesa e ai religiosi. Ecco una breve esposizone degli interventi

Continua a leggere su Faber Giornale

fabergiornale3

Mafiamaps a scienze politiche: La presentazione del progetto di un’app antimafia

Il 18 Marzo 2015 si è tenuta, presso la Sula Lauree della facoltà di Scienze Politiche di Via Conservatorio la quinta edizione della rassegna “La meglio gioventù”. Nel corso della serata è stata presentata MafiaMaps, un’ applicazione che permette di localizzare l’attività mafiosa, fornendo un pratico strumento per il cittadino.

Continua a leggere su Faber Giornale

fabergiornale3

L’emergenza della stampa messicana: “Silencio” di A.Bolzoni e M. Cappello

Abel Manuel Bautista Raymundo – Abel Manuel Bautista Raymundo è il nome dell’ultimo giornalista ucciso in Messico, il 14 aprile del 2015. Abel era il fondatore della radio locale Spacio 96.1, nonché il presidente della associazione di radio locali “Vara 7”. Le radio locali, in Messico, sono una delle poche alternative alla stampa ufficiale: coraggiose emittenti che raccontano cosa succede nelle loro aree. Forse anche per questo la Ley Telecom, legge sulla telecomunicazione messicana, le limita alle frequenze meno facili da ascoltare del FM nazionale.  Secondo Reporter Senza Frontiere si tratta del 151esimo caso di “comunicatore” ucciso negli ultimi quindici anni in Messico. Ritorna alla mente “Silencio” il documentario del 2014, di Attilio Bolzoni e Massimo Cappello.

Continua a leggere su Faber Giornale

fabergiornale3